domenica 14 dicembre 2014

Castle


Titolo: Castle
Anno: 2009
Genere: mistery

Ci sono due categorie di persone che pensano a come uccidere la gente: gli psicopatici e gli scrittori di gialli. La mia è quella che rende di più. Chi sono? 

Castle è una serie televisiva andata per la prima volta in onda nel 2009 creata da Andrew W. Marlowe
E' la storia di uno scrittore, Richard Castle, che dopo aver ucciso il personaggio principale dei suoi best sellers, per trovare spunti nuovi per  i suoi romanzi decide di affiancarsi sul campo ad una detective, Kate Beckett
Il loro incontro è stato casuale, in quanto, nel primo episodio i due entrano in contatto perché un serial killer decide di fare un tributo all'autore uccidendo le vittime con lo stesso modus operandi utilizzato nei libri della saga di Derrick Storm
E' subito chiaro che Castle non si affianca alla detective per il bene dei suoi romanzi, anzi, dalla quarta puntata già tutti si sono resi conto del suo interessamento per lei. 
La detective, dal canto suo, è sempre stata una fan dello scrittore, e, anche se si mostra infastidita dalla presenza di lui, si ritroverà contenta di essere diventata la sua nuova musa ispiratrice.


Mentre la famiglia di lei è presente nella storia quasi solo tramite la questione dell'omicidio della madre e dell'alcolismo del padre, lui è accompagnato quasi sempre dalla madre, un'attrice dedita all'alcool che cerca di reinventare se stessa e la sua carriera, e da sua figlia, una ragazzina saccente e fin troppo perfetta in cui lo spettatore raramente si identifica.

La serie è ben fatta, a parte l'inizio un po' ripetitivo in cui si comincia quasi sempre con la ripresa di un cadavere. Le ambientazioni riescono ad adattarsi alle emozioni del momento riuscendo a risultare luminose o cupe a seconda della scena che vi viene girata. Nonostante la serie sia ambientata a New York, gli episodi sono stati girati interamente a Los Angeles, tutti tranne l'episodio pilota.
I personaggi sono ben psicologizzati per quel poco che si può vedere, l'unica cosa negativa sono i make up e gli outfit dell'attrice principale, Stana Katic. Possibile che nessun consulente abbia saputo far risaltare la sua figura già fin troppo mascolinizzata ed imbruttita dai capelli corti?


Uno dei motivi principali per vedere la serie è la presenza di Nathan Fillion che ha in questo ruolo la stessa presenza scenica e la stessa spontaneità che aveva sul set di Firefly.

I really am ruggedly handsome, aren't I?

Curiosità
I libri che appaiono nel corso della serie sono stati realmente pubblicati e l'autore, Richard Castle, ha un proprio sito web e un proprio profilo twitter che aggiorna regolarmente.


Le scene più belle
video

Voto: 4/5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...